Junto podemos!

L'aventura "missionaria" di Emma e Sara a Ortigueira - Brasile

Il progetto dell'esperienza missionaria della anno 2017, organizzato dalla Procura delle Missioni Cavanis e avendo come protagoniste due ragazze diciassettenne, italiane di Possagno, è iniziato il giorno 22 giugno con la partenza dell'aeroporto di Venezia e destinazione un semplice paesino chiamato Ortigueira nello Stato del Parana, Brasile. La presenza di Emma e Sara in una Casa di accoglienza di bambini e adolescenti è stata preparata con cura e sensibilità perché fosse un momento di condivisione e di arricchimento per tutti i coinvolti. 

Il viaggio, lungo ma normale, ha reso possibile una bella e serena riflessione riguardo all'avventura appena iniziata. L'ansia e l'interrogativo sul "cosa fare" per lasciare un segno di speranza e solidarietà, si traduce anche nel lema che le ragazze hanno scelto e inciso in una bella maglietta: "Juntos podemos" (insieme possiamo). 

Arrivando a Curitiba Emma e Sara hanno trovato P. Mario Valcamonica, Parroco della Parrocchia San Sebastiano di Ortigueira, dove saranno ospite e allo stesso tempo svolgeranno un servizio di presenza solidaria. Con lui sono partite verso Ortigueira, piene di aspettative e anche nuove emozioni che solo le novità e sorprese di nuova realtà possono permettere. 

Accompagnaremo con vivo interesse questa aventura di Emma e Sara, certi di che hanno portato con loro tante altre persone che attraverso di loro vogliono condividere la gioia della Missione. 


Esperienza missionaria: pronti alla partenza!

Perché Emma andrà a Ortigueira (Brasile)?

Il mio nome è Emma Campagnolo, ho 17 anni e vivo a Bassano del Grappa assieme ai miei due fratelli più piccoli e ai miei genitori. Ho appena terminato il quarto anno e mi sono diplomata alla scuola internazionale di Padova. Amo molto la natura e l’arte e il tempo libero mi piace trascorrerlo assieme alle persone a cui voglio bene e a fare del bene per gli altri e l’ambiente. Faccio parte degli scout e nell’ultimo anno ho iniziato un corso di clownterapia per portare il sorriso anche nei luoghi più buii e tristi. 

Sono fermamente convinta che il mondo abbia un grande bisogno dell’aiuto e del rispetto di tutti. Solo insieme e nella condivisione si riesce a superare i grandi e piccoli ostacoli di ogni giorno. Mi ritengo, nel mio piccolo, di essere molto fortunata e proprio per questo sento il desiderio di mettermi in gioco e di intraprendere nuove esperienze. É la prima volta che vado in “missione” e sono molto agitata ed emozionata al pensiero. Sono sicura che sarà un’esperienza che mi lascerà molto e che mi farà crescere e maturare come donna. 

Nonostante il mondo sia un luogo in cui molte volte la diversità non viene apprezzata, penso che sia necessario iniziare a vedere l’altro i modo diverso, in modo più fraterno e umano. Non vedo l’ora di arrivare a Ortigueira e iniziare questa nuova avventura!

Emma Campagnolo

 

 


Esperienza missionaria: pronti alla partenza!

Perché Sara andrà a Ortigueira (Brasile)?

Sono Sara Pellizzari, ho 17 anni e frequento la classe IV dell’ Istituto Tecnico Economico Cavanis di Possagno (TV). 

Ho deciso di intraprendere questa esperienza missionaria perché mi hanno sempre affascinato i racconti delle persone che l’hanno intrapresa. 

Vorrei capire realmente le dinamiche di vita delle persone meno abbienti di me. 

Credo che questa esperienza mi farà conoscere una nuova cultura, le abitudini e le usanze del popolo brasiliano in particolare delle persone di Ortigueira. 

I miei familiari mi hanno appoggiato in questa scelta in particolare mia sorella mi ha incoraggiato molto poiché anche lei quando aveva la mia stessa età è andata in missione nelle Filippine.

Sara Pellizzari