Giornata dei missionari martiri 2017 - Non abbiate paura!

P. Diego Spadotto

 

Un giorno, Madre Teresa di Calcutta, andò a chiedere un aiuto a un ricco signore indù. Questo signore non aveva molta simpatia per la religiosa, anzi la derideva per tutto quello che faceva per soccorre gli ultimi degli ultimi e i moribondi. Quando seppe che madre Teresa lo stava cercando, sapendo che veniva a chiedere un aiuto, le fece fare ore e ore di anticamera. Quando, finalmente, Madre Teresa si trovò davanti a lui, stese la mano come un mendicante e disse: sono venuta a chiedere un aiuto per i miei e i suoi poveri. L’uomo sorrise beffardamente, guardò la piccola mano aperta e vi sputò dentro. Madre Teresa non si scompose. Chiuse la mano in pugno, la accostò al cuore e disse, senza scomporsi: questo é per me, grazie. Poi apri l’altra mano nel gesto di chiedere un aiuto e aggiunse: e ora abbia la bontà di darmi un aiuto per i miei e i suoi poveri. Quante volte anche P. Marco Cavanis, trovandosi in  situazioni simili a quella di Madre Teresa, avrà pensato a quanto scrisse Dante: “Tu proverai sì come sa di sale lo pane altrui / e come è duro calle lo scendere e ‘l salir per l’altri scale”.

La Congregazione, già presente in America Latina, si sta rafforzando e crescendo in Africa e Asia, con nuove aperture in Paesi dove i poveri sono la grandissima maggioranza e la distanza di opportunità di una vita degna, tra ricchi e poveri, aumenta. In questi paesi i cristiani sono minoranza, ma aumentano i cattolici e le vocazioni alla vita consacrata. Un primo esempio: Timor Leste, recentemente visitato dal P. Superiore generale e da P. José Valdir Siqueira, missionario Cavanis nelle Filippine, è parte di una delle ventisette mila isole delI’Indonesia ma ha una piccola e forte presenza cattolica nel mare immenso dell’Indonesia mussulmana. Un secondo esempio: il Vietnam, da dove provengono già giovani religiosi, studenti Cavanis. La Chiesa cattolica in Vietnam, con i suoi sette milioni di fedeli, è la seconda in Asia come consistenza numerica dopo le Filippine. Dalla riunificazione del Paese sotto il regime comunista, in questi giorni, è stata inaugurata la prima Università cattolica a Ho Chi Minh City. Le prospettive e la missione della Chiesa in Vietnam assumono ora un significato nuovo anche con il chiarimento dei rapporti tra Stato e Chiesa, ed é iniziata l’era del dialogo sul piano delle relazioni interculturali e interreligiose. I seminari hanno molti seminaristi sia in Timor Leste che in Vietnam.

La Procura delle Missioni Cavanis (PMC), la Onlus A.L. Amicizia Lontana con il Sostegno a distanza, il 5X1000 e quanti partecipano a iniziative di preghiera e solidarietà missionaria Cavanis in Italia e in Brasile, i ragazzi e gli insegnanti che visitano le nostre Missioni, dicono: GRAZIE! Grazie a quanti aiutano a cambiare il destino di bambini, bambine e giovani, investendo nella loro felicità e nel loro futuro, perché per molti ragazzi andare a scuola significa sperare in un lavoro, una casa, una famiglia, un domani più sereno. Anche i bambini, le bambine e i giovani che sono accolti nelle Opere e nelle Scuole Cavanis e sono incoraggiati con borse di studio a continuare gli studi, anche dopo la scuola d’obbligo, e che aiutano i più piccoli che entrano nel percorso scolastico, tutti dicono: GRAZIE!